La mela stregata, Hotel Arca's restaurant

  • La mela stregata, Hotel Arca's restaurant

Ci rappresenta UN MELO ... l’albero che regala il primo frutto dell’umanità

Chi entra in questo ristorante percepisce subito che non è un posto qualsiasi, può piacere o no, ma non è standard … vintage e moderno si fondono, street art e quadri d’autore fanno da sfondo, cucina a vista e camino acceso abbracciano cibi classici e creativi, ispirando i curiosi del buon mangiare umbro ad assaggiare i nostri piatti, a commentarli e ad abbinarli ai vini migliori.

Lo chef Simone, il suo braccio destro Felicia, e la brigata di sala, guidata dal maitre Donato e seguito da Mascia, Bruni, Disi, Ele e i tanti ragazzi italiani e stranieri che svolgono da noi gli stages, lavorano con passione ed energia.
Lo staff del ristorante La mela stregata e dell’hotel Arca è affiatatissimo!
Da nominare anche gli addetti al ricevimento: Evelise e Salvatore, il manutentore Stefano, infine, la direttrice Carla e in grande capo Mario.

Cosa mangio in questo ristorante?

Affettati e formaggi nostrani, paste fatte a mano condite con sughetti creativi e tradizionali, carni alla brace o cucinate alla spoletina, semplici, ma gustosi, cucina a km 0 …

 

Cosa vedo al ristorante?

UN MELO, l’ultimo albero di una galleria d’arte realizzata da OB Queberry, writer e nostro guru nella metamorfosi di Hotel Arca in Street art hotel

Il percorso degli alberi volanti inizia alla lobby, sale nelle camere e riscende dal corridoio al ristorante ……. se uscite dalla camera e scendete fino al ristorante, vedrete l’ultima sorpresa dell’artista: si tratta di un MELO, l’albero che regala il primo frutto dell’umanità, il frutto delle origini simboliche, del peccato originale, di Platone col suo Simposio, di Isacco Newton con la sua legge di gravità, di un’azienda – Apple – che sta trasformando il mondo… oggi quel melo si trasforma nel passaporto del vostro viaggio in Umbria, del vostro sogno ad occhi aperti, della vostra temporanea presenza in un albergo davvero speciale.